Ampio appartamento Anzola Emilia

Via Luigi Zavattaro, 40011 Anzola dell'Emilia BO, Italia
Vendita 198.000,00€ - Appartamento
SAFA52 125 3 Bedrooms 2 Bathrooms 1 Garage

Ampio appartamento

Anzola dell’Emilia Centro Via Zavattaro

In zona vicina a tutti i servizi (supermercati, negozi, bus, scuole) appartamento ampia metratura silenzioso posto al primo piano, composto da: ingresso ampio arredabile, soggiorno, ampia cucina abitabile con balcone grande, 3 camere da letto, 2 bagni e ripostiglio, si presenta internamente in ottimo stato.

Completano la proprietà cantina e garage doppio.

Attualmente è occupato ma liberabile entro fine anno.

Altre informazioni su Anzola Emilia

Anzola dell’Emilia è un comune italiano di 12.278 abitanti della città metropolitana di Bologna, in Emilia-Romagna. Dal gennaio 2012 fa parte dell’Unione dei comuni Terre d’acqua.

Il territorio di Anzola dell’Emilia è sito fra il torrente Lavino a levante e il torrente Samoggia (Samûż) a ponente. Il comune di Anzola dell’Emilia è ubicato tra le città di Bologna a est e Modena a ovest. In particolare confina direttamente a est con il comune di Bologna ed è distante circa 15 km dal centro della città. È un importante centro agricolo e industriale della via Emilia, in cui sono presenti numerose industrie meccaniche sul territorio tra Anzola e una delle sue frazioni Lavino di Mezzo.

Oltre ai torrenti Lavino e Samoggia il territorio è solcato dai torrenti Martignone e Ghironda e da numerosissimi fossi e canali, tra cui il canale Carpeneda, il canale Padergnana, il Lavinello e i fossi Cavanella, Podice, Casola, Sanguineta. Questa rete di canali è il risultato di grandi opere idrauliche di bonifica delle acque stagnanti, iniziate attorno al Mille ad opera dei frati benedettini e proseguite negli anni seguenti; a partire dal XV secolo furono molto attivi nelle bonifiche i nobili Zambeccari, possidenti nella zona di San Giacomo del Martignone. Anche nell’Ottocento l’abbondanza di acque rappresentava insieme una risorsa e un problema da governare: bisognava regolarne il corso e fronteggiare lo straripamento dei torrenti maggiori, sempre possibile soprattutto in primavera e in autunno. Di frequente le autorità comunali si trovavano a dirimere le liti tra i proprietari terrieri a proposito del corso degli scoli, che poteva essere modificato a vantaggio dell’uno o dell’altro.

Altre Proprietà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *